Con mezzi pubblici
Ferrovia Circumvesuviana: da Napoli, piazza Garibaldi o capolinea, per Sarno via Ottaviano, corse ogni mezz’ora circa. La stazione di Madonna dell’Arco è a poco più di cento metri dal santuario.
Autopullman FSM: dal piazzale del capolinea della Circumvesuviana, ogni ora circa; ferma davanti al santuario.
Con auto:
Da Napoli centro: portarsi su via Argine, proseguire per Cercola e seguire le indicazioni per Sant’Anastasia; dopo 10 chilometri circa si arriva al santuario.
Dalla Tangenziale di Napoli, dopo l’uscita di Capodichino prendere la deviazione per l’autostrada Napoli-Salerno-Reggio Calabria; subito la prima uscita seguire l’indicazione Cercola. Al termine della superstrada seguire le indicazione per Sant’Anastasia. Dopo due chilometri si incontra il santuario.
Da Roma e dai centri serviti dalla Autostrada A1: dopo l’uscita del casello Caserta Sud la prima uscita, a circa tre chilometri, seguire le indicazioni per Pomigliano d'Arco; arrivati a Pomigliano uscire all’indicazione Madonna dell’Arco (subito dopo l’uscita Pomigliano Sud); salendo verso Sant’Anastasia, a quattro chilometri, seguire l’indicazione, a destra, per Madonna dell’Arco. A cinquecento metri prendere l’uscita per il santuario e proseguire a sinistra per altri cinquecento metri.
Da Bari dai centri serviti dalla Autostrada A16 e A30, uscire a Pomigliano d'Arco, la prima dopo il casello. Sulla rampa di uscita imboccare a destra la strada per i paesi vesuviani. Dopo circa un chilometro uscire all’indicazione Madonna dell’Arco (subito dopo l’uscita Pomigliano Sud); salendo verso Sant’Anastasia, a quattro chilometri, seguire l’indicazione, a destra, per Madonna dell’Arco. A cinquecento metri prendere l’uscita per il santuario e proseguire a sinistra per altri cinquecento metri.
Da Salerno dai centri serviti dalla Autostrada A3 Napoli-Salerno-Reggio Calabria: dopo il casello di Napoli seguire l’indicazione per la Tangenziale; poi la prima uscita con l’indicazione Cercola. Al termine della superstrada seguire le indicazione per Sant’Anastasia. Dopo due chilometri si incontra il Santuario