Il Centro Studi Arco

 

 

Il Centro Studi "Arco" sulla   religiosità   popolare fu istituito nel   1995. 

Ha come principale finalità lo studio, la valorizzazione e l'evangelizzazione della religiosità popolare creatasi intorno al Santuario.

Il Centro, inoltre, dal 1996 cura la conservazione degli ex voto, con la relativa  catalogazione informatica delle tavolette votive, contrassegnando ciascuna con un codice in cui, attraverso sigle e numeri, si descrive in sintesi l’oggetto. Questa catalogazione    elettronica è aggiornata anno per anno e attualmente gli ex voto pittorici catalogati sono oltre 5.500.

Nel contempo, è stata avviata la catalogazione elettronica degli ex voto non  pittorici: preziosi, siringhe in oro, trecce di capelli, ceri,   casse da morto in  miniatura  (sia in legno che in lamina d'argento), stampelle e apparecchi ortopedici di ogni forma e misura, navi in   legno di varie dimensioni, molti i pezzi di  gomene, fucili, pistole e migliaia di lamierini d'argento, raffiguranti le parti anatomiche dell'organismo    umano risanato da qualche male, grazie all'intercessione della Vergine dell'Arco.

 Il Centro Studi cura un prezioso archivio foto-documentale ed è sede della redazione del periodico "La Madonna dell'Arco" e della collana “Mente e Cuore". Ha collaborato alla pubblicazione di alcuni lavori sulla storia e sul culto della Madonna dell’Arco.

Ha instaurato inoltre una stretta collaborazione con studiosi, ricercatori ed equipe televisive italiane ed estere, facendosi conoscere ed apprezzare a livello nazionale e internazionale.      

Vengono, inoltre, proposti convegni, incontri culturali e Catechesi su argomenti di approfondimento della fede.